Reportage: Con Barabao Teatro il giovane Leonardo esempio per il XXI secolo

Felicissima interpretazione e rappresentazione della vita di Leonardo da Vinci da giovane alla Giostra dei Talenti 2019. Testi, musiche, scenografie e luci hanno saputo trascinare il pubblico nel Rinascimento e far percepire al contempo la modernità dell'uomo, artista e inventore. Eccezionale il lavoro di interpretariato nella Lingua dei Segni della preziosa Alessandra Zago

Autore: G. Cesaro - Studente in Alternanza Scuola Lavoro con Alter Vigo


Il Leonardo di Barabao Teatro: giovane promessa e caparbia volontà

La compagnia teatrale Barabao Teatro, nell’anno della celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci,  mette in scena  in maniera molto originale e coinvolgente la storia di  Leonardo da Vinci ragazzo, alle prese con le sue prime scoperte, i suoi molteplici interessi e il suo ingegno unico.   Leonardo, artista eccezionale ed eclettica personalità italiana, è l'uomo che incarna il Rinascimento; egli rappresenta la creatività, la curiosità  e il bisogno di superare il limite del sapere tramite la scienza. Leonardo nasce e vive i primi anni della sua vita  nel villaggio di Vinci e qui, accompagnato da zio Francesco e nonna Lucia, comincia a conoscere  il mondo che lo circonda con la vitalità e curiosità che lo contraddistingue.  Figlio illegittimo di un notaio, non viene accettato completamente  dal padre che vuole rifarsi una vita sposandosi e liberandosi dagli obblighi verso di lui. Appena l’uomo  si rende conto  della bravura del figlio nel disegno, decide  di lasciarlo  in affido a Mastro Verrocchio nella sua famosa Bottega di Firenze affinché impari un mestiere. Qui, il giovane Leonardo incontra scultori, orafi, pittori quali Botticelli, Perugino, il Ghirlandaio, Agnolo Di Polo. Da essi impara e migliora notevolmente la sua arte fino a superare i suoi maestri aprendo una sua bottega.


Barabao in Giostra incanta grandi e piccini

La proposta di Barabao è uno spettacolo teatrale e didattico originale  che ripercorre i sogni di Leonardo ragazzo, sogni che trasformano il giovane nel genio riconosciuto in tutto il mondo.
Nasce una rappresentazione vivace, frizzante realizzata con massima bravura da due artisti a tutto tondo, Ivan Di Noia e Romina Ranzato, che si rivelano attori e cantanti di ottimo livello. Essi rappresentano da soli, con grande maestria, una decina di personaggi in maschera e lo spettatore è talmente coinvolto nel racconto che non se ne rende conto. Le scenografie, seppur realizzate con semplici elementi, riescono comunque a immergere il pubblico in contesti diversi e a dare libero sfogo all’immaginazione. 


Con Barabao Teatro scopriamo la modernità di Leonardo    

Da questo spettacolo, oltre alla storia rinascimentale, si possono trarre numerosi spunti didattici come il valore e l’importanza della famiglia (una famiglia allargata, a volte difficile), l’infinita curiosità e interesse nell’imparare cose nuove, le nuove tecniche artistiche scoperte, ma soprattutto  l’importanza di porsi un obiettivo e di portarlo a termine senza scoraggiarsi arrivando a traguardi incredibili (come creare una macchina volante per far volare l’uomo). Bellissima la canzone  di chiusura finale (“Volare è  splendido”)  che coinvolge il pubblico unendo tutti insieme nel canto.


Giostra senza barriere: con l'interprete LIS Leonardo fa ridere anche i sordi

Il programma 2019 de La Giostra dei Talenti è stato contrassegnato da tanti momenti alti e novità, ma certo quella di abbattere la barriera della sordità nella fruizione delle proposte è stata la più bella e certo in linea con le finalità dell'associazione organizzatrice Alter Vigo come della manifestazione. Quale modo migliore di stimolare i talenti, farli esprimere e metterli in relazione con l'altro includendo chi vive (o sembra vivere) nel silenzio?

Un doppio ringraziamento va dunque alla socia volontaria Carla, che da insegnante di sostegno in pensione ha fatto la proposta e ha creato i contatti giusti, e poi ad Alessandra Zago, giovane interprete laureata in Lingua LIS (Lingua Italiana dei segni) a Venezia. Naturalmente anche a Barabao Teatro che ha accettato di buon grado di integrare la traduzione nello spettacolo e ha aiutato l'interprete a prepararsi. E credeteci: non può essere cosa semplice tradurre per una sola persona il dialogo di due attori, dieci personaggi e pure le espressioni dialettali. 

Grazie a loro e alla rete di ENS Veneto una trentina di adulti e bambini sordi in tutto hanno potuto assistere attivamente alla tavola rotonda della serata inaugurale "Esprimere i propri talenti è un diritto di tutti" di cui vi abbiamo già parlato, alla conferenza su Giovan Battista Belzoni e persino allo spettacolo "Il Giovane Leonardo".

Seduti in prima fila per non perdere neanche un gesto ed un espressione della mimica di Alessandra, hanno riso e applaudito con noi nel tipico gesto delle braccia sollevate ruotando le mani. Una soddisfazione enorme e un'esperienza da ripetere!

Scopri tutte le immagini della sezione Teatro della Giostra 2019 su pinterest


Commenti

I post più letti