Reportage: Chi legge c'è, una mostra nella mostra

Nello spazio della Mostra del Libro, cuore della Giostra dei Talenti, "Chi legge c'è" una mostra fotografica ispirata al lavoro del grande maestro Steve McCurry. 39 foto di 10 fotografi in erba, tutti minorenni residenti a Vigodarzere, in un bell'allestimento curato dal Gruppo Fotografico "La Barchessa" di Limena insieme ad Alter Vigo con il sostegno di RCE FOTO di Riviera Tito Livio, Padova.

Autore: Debora Casalini - Alter Vigo



"Mi leggi le ultime notizie" di Michele Liberti - Street Photographer

Chi legge c'è. Una mostra nella mostra

Nello spazio della Mostra del Libro, organizzata dall’Associazione Alter Vigo nella palestra della scuola Don Bosco, è stata esposta la  mostra fotografica “Chi legge c’è”, con le opere di residenti sul territorio e di massimo 18 anni non compiuti. Come da Regolamento dell'omonimo concorso non competitivo lanciato appositamente in Giugno e concretizzatosi nel fotosfari di fine estate "A caccia di scatti per Vigo", l'obiettivo era catturare persone nell'atto della lettura.

Chi legge c'è. L'idea

L'idea nasce da "On Reading", selezione di 80 opere del fotografo americano Steve McCurry diventato un bellissimo libro e una mostra fotografica che fa il giro del mondo. McCurry ha sempre un occhio di riguardo per i lettori, immortalando la bellezza di un momento in cui l'essere umano si perde tra le pagine di un libro, mentre intorno infuria la vita.

Senza pretese, ma con l'obiettivo di coinvolgere i più giovani, stimolare e coltivare l'arte fotografica e al contempo narrare un mondo che ancora, nonostante tutto, legge, crediamo di essere riusciti ad arricchire il progetto della Mostra del Libro e in senso più ampio quello della manifestazione La Giostra dei Talenti, svoltasi a Vigodarzere dal 20 al 27 ottobre 2017.

Chi legge c'è. 39 fotografie a tema

Chi legge c'è, nello sguardo di 10 fotografi in erba

Vittoria, Elena, Alice, Sophie, Giulio, Leonardo, Marco Riccardo, Tomas, Enrico e Penelope Andrea ci hanno permesso di raggiungere questi obiettivi e al contempo rendere lo spazio mostra più bello e accogliente creando una continua trama di rimandi e significati tra le foto, i libri esposti e le persone in visita.

Il regalo di Michele Liberti

Un premio a sorpresa che arriva da Napoli

E' stato poi un grande piacere averli con noi alla giornata inaugurale della manifestazione. Un po' timidi, si sono prestati a ricevere un premio a sorpresa. Alter Vigo non avrebbe potuto non ringraziarli per aver partecipato e così per le strane vie della Rete mondiale, con l'aiuto di Gido della piattaforma internazionale dedicata alla Street Photografy W-S.P. , ha trovato Michele Liberti.

Michele, napoletano e, come i nostri ragazzi, amante della fotografia fin da piccolo, è ora un fotografo apprezzato, finalista al Miami Street Festival e al EyeEm Awards del 2016 e si è gentilmente prestato alla nostra idea: donare ai ragazzi una sua bellissima fotografia in tema col concorso e una dedica personalizzata e arricchita dalle specifiche tecniche della foto!

Inaugurazione con il Sindaco Zordan e la Dirigente Visentin
Quando Tomas, dodici anni e da sette alle prese con la macchina fotografica riceve emozionato il suo riconoscimento, gli chiediamo cosa gli piaccia della fotografia, e lui senza esitazioni risponde:
"Fissare per sempre un momento della vita che scorre".

Grazie! Grazie a tutti per aver reso possibile anche questo momento di una settimana veramente incredibile. E poi "chi legge c'è". Questo ora è certo.

Commenti